Financial Services Update 21 marzo 2016

Publication Lunedì, 21 marzo 2016

Banca d’Italia - aggiornamento alla Circolare n. 272 del 30 luglio 2008

In data 15 marzo 2016, la Banca d’Italia ha pubblicato l’8° aggiornamento alla Circolare n. 272 del 30 luglio 2008 “Matrice dei conti”. Con il predetto aggiornamento viene riscritta la Sezione III della Circolare al fine di dare applicazione al Regolamento (UE) 2015/534 del 17 marzo 2015 relativo alle informazioni finanziarie di vigilanza degli intermediari bancari nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). Vengono altresì recepite alcune modifiche agli schemi segnaletici afferenti ai dati statistici e all’andamento del conto economico, previste da precedenti comunicazioni. Le nuove norme entreranno in vigore a decorrere dalla data d’invio dalle segnalazioni riferite al 30 giugno 2016 per: (i) gli intermediari tenuti a inviare l’intero FINREP; (ii) le banche italiane facenti parte di un gruppo bancario significativo; (iii) i dati riferiti alle filiazioni di banche facenti parte di un gruppo bancario italiano significativo, residenti in Paesi UE non partecipanti all’SSM o in Paesi extracomunitari, con totale attivo superiore a 3 miliardi di euro; (iv) Bancopost e dalle segnalazioni riferite al 31 dicembre 2016 per gli altri intermediari, incluse le succursali italiane di banche estere (comunitarie ed extracomunitarie).

Si veda il link al sito della Banca d’Italia:

https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/normativa/archivio-norme/circolari/c272/CIRC272_8agg.pdf

Comitato di Basilea - modifiche al Terzo Pilastro degli Accordi di Basilea sulla Vigilanza Bancaria

In data 11 marzo 2016, il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria ha pubblicato il documento “Pillar 3 disclosure requirements - consolidated and enhanced framework”, per migliorare l’efficacia del terzo pilastro degli Accordi di Basilea che ha come scopo la promozione della disciplina di mercato attraverso l’imposizione di specifici obblighi informativi in capo a banche e altri intermediari finanziari. Essa introduce alcuni aggiornamenti del quadro normativo tra cui: (i) l’individuazione di parametri chiave per valutare la posizione prudenziale della singola istituzione finanziaria; (ii) la previsione di un obbligo di divulgazione degli ipotetici RWA calcolate nel metodo standardizzato; e (iii) una maggiore granularità nella divulgazione delle rettifiche di valore. Il documento contiene anche altre novità quali, gli obblighi di comunicazione relativi alla capacità totale di assorbimento delle perdite (TLAC) per le banche globali a rilevanza sistemica, un nuovo quadro di valutazione dei rischi operativi e uno standard definitivo per i rischi di mercato.

La consultazione si chiuderà in data 10 giugno 2016.

Si veda il link al sito della Banca dei regolamenti internazionali (BRI):

http://www.bis.org/bcbs/publ/d356.htm

Unione europea - nuovi RTS sul formato degli elenchi delle persone aventi accesso a informazioni privilegiate

In data 11 marzo 2016, è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il Regolamento di esecuzione (UE) 2016/347 della Commissione del 10 marzo 2016 che stabilisce norme tecniche di attuazione relative al formato degli elenchi delle persone aventi accesso a informazioni privilegiate e il relativo aggiornamento a norma del Regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio 4 relativo agli abusi di mercato. Ai sensi dell’Articolo 18 del Regolamento (UE) n. 596/2014, l’emittente, il partecipante al mercato delle quote di emissioni, la piattaforma d’asta, il commissario d’asta e il sorvegliante d’asta nonché ogni altro soggetto che agisce in nome e per conto degli stessi, è tenuto a redigere un elenco delle persone aventi accesso a informazioni privilegiate e a tenerlo aggiornato secondo un formato preciso. Il suddetto regolamento entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e si applica a decorrere dal 3 luglio 2016.

Si veda il link al sito della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea:

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:L:2016:065:TOC

Commissione Europea - equivalenza della normativa degli Stati Uniti in ambito di controparti centrali (CCP) autorizzate e vigilate dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC)

La Commissione Europea ha adottato una Decisione di Esecuzione ai sensi dell’Articolo 25, paragrafo 6, del Regolamento (UE) n. 648/2012 (EMIR), certificando l’equivalenza della normativa degli Stati Uniti in ambito di controparti centrali (CCP) autorizzate e vigilate dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC). La decisione mira a evitare potenziali duplicazioni o conflitti normativi e consentirà alle CCP stabilite negli Stati Uniti e autorizzate e vigilate dalla CFTC di presentare domanda di riconoscimento all’ESMA e, in caso di valutazione positiva da parte di quest’ultima, di prestare servizi di compensazione ai partecipanti diretti o alle sedi di negoziazione stabiliti nell’Unione Europea. La Decisione di Esecuzione dovrà essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea prima di diventare efficace.

Si veda il link al sito della Commissione europea:

http://ec.europa.eu/finance/financial-markets/docs/derivatives/160315-implementing-act_en.pdf

Recent publications

Subscribe and stay up to date with the latest legal news, information and events...